Comune di Fiorenzuola d'Arda

Cerca nel sito con Google

Loading

Per saperne di più sul Servizio Civile

Cosè il servizio civile volontario

Il Servizio civile volontario è un importante e spesso unica occasione di crescita personale, un opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese. Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel servizio civile volontario, con un impegno non inferiore alle 30 ore settimanali, sceglie di aggiungere un esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, spendibile nel corso della vita lavorativa, quando non diventa addirittura opportunità di lavoro, nel contempo assicura una sia pur minima autonomia economica (€€ 433,80 mensili).

I progetti

Le aree di intervento nelle quali è possibile prestare il servizio civile sono riconducibili a quattro ambiti omogenei:

  • assistenza (settori: assistenza, cura e riabilitazione, reinserimento sociale e prevenzione),
  • ambiente e protezione civile (settori: protezione civile, difesa ecologica, tutela ed incremento del patrimonio forestale, salvaguardia e fruizione del patrimonio forestale),
  • cultura ed educazione (settori: promozione culturale, educazione, salvaguardia del patrimonio artistico),
  • estero (settori: formazione in materia di commercio internazionale, cooperazione decentrata, interventi post conflitti, interventi peacekeeping, cooperazione ai sensi della Legge 49/1987).

I bandi vengono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale  Serie Concorsi, sul sito www.serviziocivile.it, sui siti degli enti interessati e pubblicizzati tramite i mass media. I candidati scelgono l'ente, la sede e il progetto e presentano domanda di partecipazione direttamente all'ente titolare del progetto prescelto. Si può presentare domanda per un solo progetto tra quelli indicati nei singoli bandi utilizzando il modulo allegato al bando.

Tutti i candidati sostengono una selezione che è effettuata direttamente dall’ente che realizza il progetto e si basa su un colloquio attitudinale e sui titoli posseduti. I candidati utilmente collocati nelle graduatorie dei singoli progetti ricevono il provvedimento di avvio al servizio dove sono specificate le condizioni generali di partecipazione al progetto.

I requisiti

Dal 2005, a seguito della sospensione della leva obbligatoria, possono presentare domanda tutti i cittadini italiani, muniti di idoneità fisica, che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e non superato il ventottesimo, anche coloro che hanno assolto l'obbligo di leva nella forma del servizio armato o del servizio civile.

Quindi sono ammessi ragazzi e ragazze che alla data di scadenza dei bandi:

  • abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età;
  • siano in possesso della cittadinanza italiana;
  • godano dei diritti civili e politici;
  • non siano stati condannati con sentenza di primo grado per delitti non colposi commessi mediante violenza contro persone o per delitti riguardanti l'appartenenza a gruppi eversivi o di criminalità organizzata;
  • siano in possesso di idoneità fisica, certificata dagli organi del servizio sanitario nazionale, con riferimento allo specifico settore d'impiego per cui intendono concorrere.